Don Achille Passalacqua

Gli interessi culturali
La malattia
Galleria foto
Contattaci
 

 
 
 
 

V° anniversario

28/10/2014

31/05/2012 giorno dell'inaugurazione

ANNIVERSARIO 28/10/2010

 

rassegna stampa locale

Ottobre - Novembre 2009

Mistretta senza Frontiere

In cammino

 

resta sempre accanto a noi

 

 

Gli interessi culturali di Padre Achille

Fin da ragazzo le attività culturali di Padre Achille furono molteplici. L'amore per l'arte si manifestò inizialmente con una spiccata capacità a suonare i più svariati strumenti musicali; sia leggendo gli spartiti musicali sia suonando ad orecchio sua dote naturale.

Lo strumento musicale che predilisse fu l'organo, invero suonando l'organo nella chiesa di San Nicola di Mistretta, ebbe modo di avvicinarsi alla liturgia seguito in quei primi anni dal parroco Padre Longo. Amava la corale, la polifonia, in diverse occasioni ha voluto nella sua Chiesa "La Corale di Mistretta" diretta dal suo amico Nello Zingone.

Negli anni del Liceo Classico, l'attenzione alla cultura e l'amore per gli studi classici crearono le basi che in seguito gli permisero di scrivere testi storiografici e articoli giornalistici. E' di quegli anni la sua partecipazione a spettacoli teatrali amatoriali come "Il berretto a sonagli" di Pirandello dove brillantemente interpretrò il personaggio del delegato Spanò. In quegli anni fu di riferimento per tanti giovani coetanei sulle scelte politiche, non nascose mai di appartenere alla destra storica, senza mai diventare strumento del politico di turno.

Presi i voti, la liturgia divenne per lui la missione fondamentale di vita, ma non tralasciò di occuparsi di tante attività culturali.

Fu arguto scrittore e ricercatore storico, pubblicò molti articoli in varie riviste e giornali es. la Gazzetta del Sud e Avvenire (Intervento di padre Achille sui soldati caduti in Afghanistan). Scrisse un saggio sulla cultura dei Nebrodi "La civiltà dell’homo nebrodense a Mistretta" e curò la pubblicazione di "Mistretta Inchiesta sulle condizioni sociali ed economiche 1875 - 1876" edito da Pungitopo.

L'amore per la sua Mistretta e la conoscenza degli aspetti storiografici della città e dei suoi monumenti fu per lui fonte insaziabile di ricerca. Scrisse anche una ricostruzione storica della Chiesa Madre. Nell'ultimo anno di vita aveva preparato una rinnovato studio sulla Chiesa madre che si sarebbe dovuto pubblicare in occasione della riapertura della Chiesa dopo il restauro.


Ultimo aggiornamento 5/11/2017 - G. Artese